EMOZIONI E REGOLAZIONE EMOTIVA

Le emozioni sono indispensabili alla nostra sopravvivenza.

Svolgono un fondamentale ruolo adattivo all’ambiente ed hanno anche delle funzioni di regolazione sociale.
Infatti le emozioni ci forniscono informazioni riguardanti le intenzioni altrui, ci permettono una lettura delle situazioni in cui ci troviamo, sono alla base dei nostri comportamenti sociali.
Quando le emozioni eccedono per intensità o durata, si manifestano in contesti non adeguati o in modo imprevedibile perdono il loro ruolo adattivo e diventano problematiche.
In questi casi si parla di disregolazione emotiva. Al contrario, la regolazione emotiva consente all’individuo di adattarsi all’ambiente ed interagire con esso in modo efficace: è un’abilità volta a sostituire uno stato emotivo inadeguato alle circostanze con uno più funzionale.
Essere in grado di riconoscere le proprie emozioni e il loro funzionamento, di usare le informazioni che ci comunicano e saperle gestire modulandone l’intensità e l’espressione, ci rende maggiormente capaci di rispondere alle situazioni quotidiane rispetto a chi non ne è in grado.

Le ricerche hanno dimostrato che la regolazione emotiva inizia a svilupparsi nella vita intrauterina e prosegue nelle relazioni di attaccamento fra il bambino e chi si prende cura di lui (caregiver).
Nei primi legami affettivi sperimentiamo le emozioni più intense e impariamo a regolarle.
Quanto più chi si è preso cura di noi ci ha accolto e ci ha lasciato liberi di esprimere le nostre emozioni, tanto più saremo in grado di riconoscerle e di usarle come una guida nella nostra vita adulta. Saremo inoltre in grado di riconoscere le emozioni altrui e risuonare in modo empatico con l’altro.

La regolazione emotiva è caratterizzata da:

  • consapevolezza, comprensione e accettazione dei diversi stati emotivi
  • disponibilità a sperimentare emozioni positive o negative
  • impegno per raggiungere un obiettivo, in risposta ad emozioni sia positive sia negative
  • uso flessibile di strategie adeguate al contesto per modulare l’intensità e/o la durata della risposta emotiva
  • spostamento dell’emozione disfunzionale.

Quando si attuano comportamenti come la soppressione dell’esperienza emozionale, l’evitamento comportamentale o esperienziale dell’emozione, il rimuginio o ruminazione, cioè ci si sofferma in modo ripetitivo sull’esperienza di determinate emozioni, sulle loro cause e conseguenze, siamo in presenza di strategie non adattative che possono essere modificate lavorando in psicoterapia su quelle adattive di regolazione emotiva.

Articoli recenti

Commenti recenti

    Archivi

    Categorie

    Meta

    Recent Tweets

    For privacy reasons Twitter needs your permission to be loaded.
    I Accept

    Articoli recenti

    Seguici su Facebook

    https://www.facebook.com/Cepib.it/

    ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

    Breve descrittivo dei vantaggi ad inscriversi e seguirvi sulla pagina facebook

    https://www.facebook.com/Cepib.it/

    2019-01-21T12:48:21+00:00

    Prossimi eventi

    1. IL POTERE DELLA RISATA

      26 Settembre • h 16:00 - 19:00
    2. AUTOREALIZZAZIONE 2.0: REALIZZARSI OGGI

      17 Ottobre • h 16:00 - 19:00
    3. COPPIA E SESSUALITÀ

      28 Novembre • h 16:00 - 19:00

    Contatti

    Via Giovan Battista Gandino 50
    00167 Roma
    Via Baldo degli Ubaldi 210
    00167 Roma

    Telefono: +39 06 90 20 97 60

    Web: Cepib.it

    Il rispetto della privacy è la nostra priorità
    Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti come descritto nella Cookies e Privacy policy.
    Ciccando OK o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
    Ok