Alla guida di te stesso.

Crescita personale, psicoterapia e fomazione

COME SUPERARE I BLOCCHI EMOTIVI

A chi non è capitato di voler raggiungere un obiettivo e di sentirsi bloccato? 

Tutti nella propria vita hanno sperimentato un blocco emotivo e il non sapere come fare per superarlo. 

Che cos’è un blocco emotivo?

Il blocco emotivo si crea quando una situazione o un evento ci colpisce particolarmente a livello emotivo e la reazione che abbiamo è di sentirci completamente frenati, intrappolati in un muro psicologico che ci immobilizza impedendoci di affrontare la situazione scatenante e quelle analoghe nel futuro. 

In pratica la nostra mente mette in moto un meccanismo di difesa che ci permette di attutire l’impatto con l’evento ad alto contenuto emotivo e ci protegge dal dolore, dandoci il tempo di interiorizzare quanto è successo, accettare l’evento e poter andare avanti. Da questo punto di vista, il blocco emotivo è qualcosa di positivo perché ci protegge da situazioni che consideriamo potenzialmente pericolose. Ci impedisce di andare avanti in modo confuso e di farci del male. Il blocco emotivo può nascere da ferite o traumi depositati nella psiche, o può scaturire da forti inibizioni derivanti dalla paura di sbagliare, di non essere all’altezza. 

In questi casi la mente attua una serie di pensieri che generano comportamenti, auto-sabotanti che ci allontanano dai nostri obiettivi provocandoci dolore, senso di colpa, rabbia, paura e tristezza.

L’insicurezza è una delle manifestazioni più evidenti in presenza di un blocco e è d’ostacolo nel raggiungimento dei nostri obiettivi. Questo tipo di blocco non riguarda necessariamente tutti gli ambiti della nostra vita. 

Alcune persone possiedono maggiori risorse psicologiche per affrontare situazioni di forte stress, pertanto, avvenimenti che in alcuni generano un blocco emotivo, altri li affrontano con maggiore naturalezza.

Perché rimaniamo bloccati? 

Spesso si preferisce rimanere nelle zone di comfort, in situazioni conosciute, perché si ha paura di affrontare il futuro, nonostante il persistere di pensieri, emozioni e stati d’animo negativi provochi un’alterazione dell’organismo. In queste situazioni il corpo è sottoposto ad uno stress cronico, gli equilibri vengono meno e si verifica il crollo finale con tensioni muscolari e somatizzazioni.

Come liberarcene?

Se pensiamo al blocco emotivo come a un pesante fardello da portare in salita, che ci impedisce di camminare liberamente comprendiamo che è necessario sbarazzarsi di tale peso per progredire. 

Il modo per liberarci dal fardello è risolvere il nostro stato di confusione emozionale, affrontarlo attraverso un percorso che ci aiuti a eliminare i pensieri e gli schemi disfunzionali, le difficoltà emotive e riappropriarci delle nostre risorse momentaneamente perdute, ma sempre pronte ad essere riscoperte e riportate in superficie. 

Il Team Cepib

Condividi su

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin

Per maggiori informazioni

Contattaci

per maggiori informazioni